Ciambelle al forno con lievito madre

Le ciambelle...che bontà! Io le adoro...e voi? 

Ingredienti:
350 gr di farina 0
150 gr di farina tipo Manitoba
150 gr di lievito madre solido
4 uova grandi
85 gr di latte
120 gr di zucchero
60 gr di fiocchi di patate
1/2 bacca di vaniglia
1 gr di sale
75 gr di burro

Per la finitura:
zucchero semolato

Procedimento:
Dopo aver rinfrescato il nostro lievito e averlo fatto fermentare al caldo fino al raddoppio per 3 o 4 ore, versiamo nella ciotola della Planetaria (Kenwood KMM770, Robot da cucina Major Premier 6,7 L) la farina, il lievito ridotto in pezzetti, le uova, lo zucchero, i fiocchi di patate e i semi della mezza bacca di vaniglia. Lasciamo lavorare l’impastatrice e quando la massa ha preso corpo aggiungiamo pian piano il latte. Non aggiungiamo un goccio successivo se non ha assorbito il precedente, pian piano idratiamo l’impasto fino ad avere una massa liscia, uniforme ed omogenea, ovvero fino ad incordatura. Ci vorranno circa 10 minuti. Aggiungiamo il burro che deve essere nella classica consistenza a pomata (20/25°C), facciamo assorbire il precedente prima di aggiungere un altro pezzetto, e per aiutare l’impasto possiamo aumentare a tratti la velocità della nostra planetaria. Infine aggiungiamo il sale. Alla fine la massa deve risultare asciutta, elastica e compatta.
Ribaltiamo sul piano senza spolverare di farina, facciamone una bella palla, spolverizzare una ciotola capiente con la farina, mettere dentro la palla e coprire con la pellicola. Fate lievitare a temperatura ambiente per circa 6-8 ore (l'impasto deve raddoppiare). Ovviamente se ci è più comodo possiamo far riposare l’impasto in frigorifero anche una notte intera, per riprenderlo poi al mattino. Io infatti ho fatto proprio così. In questo caso prima di formarli faremo acclimatare l’impasto almeno un’ora e lasceremo più tempo per lievitare partendo da un impasto molto freddo. 
Al termine del riposo, riprendiamo l’impasto, spolveriamo leggermente il piano di farina, e stendiamolo con il mattarello ad uno spesso di 1,5 cm.
Con l’aiuto di due coppapasta tondi, uno grande 8 cm e uno più piccolo da 3 cm per fare il buco, formiamo le ciambelle coppandole nell'impasto steso, ossia appoggiando dapprima il coppapasta grande e poi il piccolo esattamente al centro della ciambella. Se non avete coppapasta o taglia biscotti tondi potete usare un bicchiere grande per la ciambella e un tappo per formare il buco.
Mano a mano che le coppate appoggiatele su una leccarda coperta da carta forno spolverata con abbondante farina, perchè durante la lievitazione rilasciano molta umidità e sarebbe difficile poi staccarle per friggerle. Gli avanzi di massa (margini e parti interne delle ciambelle) possono essere reimpastati e ristesi per essere coppati anch'essi, oppure fatti lievitare per avere dei piccoli bon bon. Ricordatevi di lasciare lo spazio necessario fra una e l’altra per lo sviluppo che avranno in lievitazione, ossia il raddoppio, quindi vi consiglio di disporle su due leccarde.
Una volta finita la formatura, copritele con della pellicola per alimenti e lasciatele lievitare al caldo fino al raddoppio. Ci vorranno circa 4-5 ore. Oppure lasciatele ad una temperatura più bassa per un tempo più lungo. A raddoppio avvenuto, scopritele e lasciatele all'aria.
Preriscaldate il forno a 200°C. Infornate per circa 10-12 minuti o comunque fino a quando le ciambelle saranno leggermente dorate.
Ancora calde spennellate le ciambelle con il burro fuso e ricoprendole di zucchero!
Io ne ho congelate la metà per poterle consumare come appena fatte!



Posta un commento

Post più popolari